65 anni e non sentirli. Sfogliando Snoopy, ricordando i Peanuts!

Correva l’anno 1950 quando la matita geniale di Charles Monroe Schulz diede vita a dei personaggi destinati a lasciare un’impronta indelebile nel cuore di grande e piccini. Stiamo naturalmente parlando dei Peanuts (Noccioline), il celebre fumetto pubblicato dal 2 Ottobre del suddetto anno al 13 febbraio 2000 (il giorno dopo la morte dell’autore), tradotto in 21 lingue diverse e letto da oltre 350 milioni di persone in tutto il mondo.

Per anni il muso accattivante di Snoopy, l’inseparabile amico Woodstock, la testardaggine di Charlie Brown,  la saggezza di Linus, il cinismo della sorella maggiore Lucy, la vivacità della piccola Sally, Marcie, Patty, Violet, Schroder ed altri personaggi ancora (più o meno secondari)… hanno mantenuto viva l’attenzione di innumerevoli famiglie, tra musical, copertine, serie tv e vecchi film. E non intendono fermarsi! In occasione del loro 65° compleanno, infatti, la famiglia dei Peanuts torna a far parlar di sé. Prendete carta e penna ed annotatevi questi appuntamenti:
Dal 17 ottobre al 10 gennaio, il Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano darà spazio alla mostra Il fantastico mondo dei Peanuts, ove sarà possibile ammirare pannelli biografici, quotidiani d’epoca, video, gadget, giochi, documenti, comics books, manifesti cinematografici e più di 250 tavole originali di Schulz;
– Il 5 novembre, nelle sale cinematografiche italiane, l’attesissimo arrivo di “Snoopy&Friends”, film 3D realizzato in onore dell’indimenticabile Charles Monroe Schulz, in cui i suoi piccoli Peanuts saranno protagonisti indiscussi;
– Il 6 novembre uscirà “La grande avventura di Snoopy”, videogioco totalmente ispirato al movie appena menzionato, dove il brachetto più famoso del mondo in un intricato gioco a nascondino dovrà ritrovare Charlie Brown ed i suoi amici;

Nonostante i tanti anni, Snoopy e i suoi compagni di sventura con la loro sana ingenuità ed ironia continuano ancora oggi ad incantare gli occhi di milioni e milioni di lettori.
Del resto, Snoopy non è un semplice cane sbruffoncello e Charlie Brown, Linus, Sally, Violet, Patty eLucy non sono solo bambini alle prese con candidi dubbi e riflessioni esistenziali. Sono molto di più.
Ad esempio, forse non tutti sanno che:

  • L’immagine di Snoopy fu dipinta dai soldati sugli aerei da caccia e sui missili aria- aria Sidewinder come portafortuna negli anni della guerra in Vietnam;
  • Il geniale Schulz inizialmente non voleva che l’adorabile brachetto parlasse. Espresse i suoi primi pensieri solo dopo due anni;
  • I nomi dei personaggi Peanuts derivano dai nomi degli amici del suo creatore;
  • Dal 1950 al 2000 sono stati pubblicati 17.897 fumetti con protagonista Snoopy e rappresentano uno dei racconti più lunghi mai narrati prima da un essere umano;
  • Originariamente Schulz, al posto di Snoopy, aveva pensato al nome Sniffy. L’autore tuttavia abbandonò quest’idea, dal momento che Sniffy era già stato utilizzato in un’altra serie a fumetti;
  • Sempre a proposito di Snoopy, siamo tutti abituati ad indicarlo come un brachetto, ma in realtà si tratta di un beagle.
  • Il nostro celebre beagle è la mascotte ufficiale della sicurezza nello Spazio, a seguito della tragedia dell’Apollo 1;
  • La prima apparizione di Snoopy risale al 4 ottobre del 1950, ma il suo vero compleanno è (non a caso!) il 10 agosto, notte di San Lorenzo, quella quindi delle stelle cadenti… e dei sogni impossibili!

E tra una stella cadente e l’altra, e prima di presentarci agli “appuntamenti”, non resta che sfogliare alcune delle più celebri vignette dei Peanuts.

Un pensiero riguardo “65 anni e non sentirli. Sfogliando Snoopy, ricordando i Peanuts!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *